SULLA “TEMPORALITA’

NON TEMPORANEITA’ ” DELL’ATTIMO

 

di Giuseppe Brescia.

 

Si era negli anni che procedevano dalla piena maturità al riconoscimento del Nobel, per Montale. La sua critica di ogni mito progressivo, falsamente “storicistico”, ce lo faceva rassomigliare a “poeta della giovinezza”,, la “nostra” giovinezza. Dunque era sùbito scontata, per noi, la polemica a proposito di alcuni versanti critici o estetici, giudizi d'importanza e non di valore, “ovvi dispareri”, all'interno del dibattito sull'idealismo storicistico. “La storia”, in “Satura”, dichiarava in guisa gnomica la identica critica crociana al motto volgare “Il mondo va verso..”, comodo alibi – spiegava Croce nel 1933-'34 e noi approfondimmo in una sviscerata analisi del 1976 – per l'italiana “viltate”, “fuga dal senso di responsabilità” e dalla “libertà”. Perciò, quando raccogliemmo in volume quella speciale “lettura” con altre interpretazioni di Croce, non esitammo un attimo a collegare il giudizio di Gianfranco Contini a proposito dei “Limoni” ( “Si ha davvero una dialettica dei sentimenti” - “Davvero !” ), la lirica di “Ossi di seppia”; le “Variazioni” montaliane citate in “Corriere della sera” del 14 luglio 1974 e 15 febbraio 1976; la ripresa del discorso all'Accademia di Svezia “Sulla Poesia”, “E' ancora possibile la poesia ?”, dal “Giornale nuovo” del 13 dicembre 1975 ( a cura di Giorgio Zampa ); esattamente con il primo saggio della Terza Parte ,“Con Croce e dintorni”, del libro “Non fu sì forte il padre” ( Salentina, Galatina 1978, pp. 130 sgg. ), saggio dedicato ad “Alfredo Parente e la integralità del sentire. Considerazioni a proposito della dialettica delle passioni”, con la epigrafe montaliana: “e piove in petto una dolcezza inquieta”.

In “Preistoria di Benedetto Croce” ( “Croce inedito”, SEN, Napoli 1984, Sezione I, pp. 32 sgg. ) evocavo “Satura”: “La storia non è poi / la devastante ruspa che si dice. / Lascia sottopassaggi, cripte, buche / nascondigli. C' è chi sopravvive”; con felice prontezza citati da Girolamo Cotroneo, “I trattatisti dell' Ars historica”, Napoli 1971 e commentati da vari Autori in “Nuova Antologia”( n. 2069, luglio 1972, pp. 346-365), Pietro Citati ( “Il tè del cappellaio matto”, Milano 1972, pp. 208-211 ) ed Enrique de Rivas ( “Settanta” di Elena Croce, 12-13, maggio-giugno 1971, pp. 44-45 ). Anche in “Croce e La Rochefoucauld” ( per una raccolta di scritti in onore di Raffaello Franchini e in “Croce nel mondo”, Bari 1999 ), rinviavo inevitabilmente ai versi, splendidi per icasticità: “Il genio lascia qualche traccia di zampetta/ come la lepre sulla neve” ( “Il Genio”, da “Satura II”, trattandosi di restituzioni congetturali, ma parlanti, a proposito del crociano “Primo passo” del 1881 ). Intanto, nelle sue “Prose” Montale non di rado confutava la pretesa totalitaria di prefigurare l' “Andare del mondo”; in “Fanfara”, ridicolizzava lo storicismo dialettico e progressista; in “Dialogo” ( da “Satura I” ) tornava sul problema del male e le soluzioni alternative offerte in merito dalla concezione della dialettica: “Il sistema ternario / secerne il male e lo espelle, / mentre il binario se lo porta dietro” /. “Ma il ternario lo mette sottovetro / e se vince lo adora” / “Vade retro,Satana !” Dove è evidente la ripresa – in un contesto di poesia filosofica o pensiero poetante – della discussione a proposito del profilo teoretico della dottrina dialettica, seguita e osservata dagli amici filosofi della “Rivista di studi crociani” Parente e Franchini ( 1969-1970 ).

Con in più una intensa aggiunzione: Il profilo binario, diadico, che concepisce la dialettica come mera lotta di contrarii, sembra non risolvere il problema del male nella storia, dal momento che lo trascina con sé, “se lo porta dietro”. - Laddove, il sistema ternario, quello che prevede la “sintesi” che supera e invera i due momenti precedenti della “tesi” e della “antitesi” ( o brunianamente e classicamente la “coincidentia oppositorum”, il “punto de l'unione dei contrarii” ), sembra risolvere il problema del male, “secernerlo” o “espellerlo”. Sembra ( prosegue però il Montale, con acutezza ): ma in realtà, attraverso l' “Aufhebung”, il superamento della “sintesi”, la culminazione cuspidale della vita e della storia, è come se lo “idolatrasse”, lo “mettesse sottovetro” e quindi – pur vincendo – finisse per consacrarlo come l'obietto ineliminabile della ricerca razionale dell'uomo ( “se vince lo adora” ). In effetti, sulle tracce dell'ultimo Croce, proprio Carlo Antoni aveva visto come il sistema triadico-dialettico ( la cui massima espressione era stata data nella logica e nella filosofia della storia di Hegel ) nasceva da una contaminazione del metodo sillogistico aristotelico con l'intellettualismo astratto da una parte e la teoria del giudizio dall'altra ( A = a ). Ecco perché il Montale, genialmente e in soli quattro versi, ha detto: “lo mette sottovetro” ( riferito al male ), a significare la cosiddetta “vittoria” del “Verstand” ( schematismo intellettualistico, ordinatorio, classificatorio ), piuttosto che della “Vernunft” ( Ragione storica pensante ), sul male. Ma ora vorrei puntar l'attenzione sul rilievo gnoseologico di altri versi montaliani, a proposito specialmente dell' “attimo”, ossia dell' “istante” intenso e compatto ( la cui dottrina è stata delucidata da Platone a Bergson a Carabellese ), e che non si identifica con il “temporaneo” ( cioè, l'effimero, passeggero, transeunte: come spiegava Rosario Assunto, massimo interprete nella modernità della “metafisica del tempo” ) bensì con il “temporalizzato” o “temporalizzante”, la “intensio animi” agostiniana. Allora, Montale in “Le stagioni” ( “Satura II”, da “Tutte le poesie”, Milano 1984, cit. pp. 391-392 ) dice: “Il mio sogno non sorge mai dal grembo / delle stagioni, ma nell' intemporaneo / che vive dove muoiono le ragioni / e Dio sa s'era tempo; o s'era inutile”.

Ciò che arride al poeta non è nessuna delle stagioni “come tali” ( come “regioni” spazio-temporali, direbbe Bergson ); ma soltanto l' “attimo” o il “passaggio” tra di esse: “attimo” o “passaggio” che è “intemporaneo”, “non” temporaneo, “intensità” e non “estensione”, “qualificazione” e non “quantità”; in altri termini: “origini della dialettica”, “vivente originario”, “mondo della vita” ( aggiungiamo noi ), postulando la adozione di un metodo speculativo anziché meramente classificatorio, nella visione del mondo. Altra prova di filosofia poetica è in “Botta e risposta” III ( “Satura” II, op. cit., p. 371 ), dove è agevole cogliere una poetica allusione al sistema circolare per quattro momenti o gradi di Croce ( quindi, in questo luogo, non “quattro spicchi” né “quattro parole” ). “Io ero un nume / in abito turistico, qualcosa / come il Viandante della Tetralogia , / ma disarmato, innocuo, dissotterrato; / esportabile / di contrabbando da uno specialista”. Il “Viandante della Tetralogia” costituisce immagine “temporale” del viaggio, del passaggio tra le “forme”, le principali forme dello spirito umano ( “Wegdenken”, pensare il cammino, come nel mio libro del 1988 ). Infine, in “Tempo e tempi” ( op. cit., p. 350 ): “Non c' è un unico tempo: ci sono molti nastri / che paralleli slittano / spesso in senso contrario e raramente / s'intersecano. E' quando si palesa / la sola verità che, disvelata, / viene subito espunta da chi sorveglia / i congegni e gli scambi. E si ripiomba / poi nell'unico tempo. Ma in quell'attimo / solo i pochi viventi si sono riconosciuti / per dirsi addio, non arrivederci”. La scepsi montaliana configura e rappresenta – così – vari “tempi”, che slittano come nastri scorrevoli, di fronte a un unico e più raro “tempo” ( la “compresenza dei vivi e dei morti”, l'avrebbe chiamata l'azionista e pacifista Aldo Capitini ), quando si sfaldano gli schemi, le percezioni provvisorie, gl'inganni e permane l' “istante”. Ma codesto “Leit-motiv” di ermeneutica filosofica forma -appunto – il tema di “Delta” e dei suoi “secreti travasi”.

 

 

 


Allegati:
Scarica questo file (01 - La dolcezza del vivere  libero.pdf)01 - La dolcezza del vivere libero.pdf[ ]88 kB
Scarica questo file (02 - Tiziano.pdf)02 - Tiziano.pdf[ ]30 kB
Scarica questo file (03 - Giordano Bruno.pdf)03 - Giordano Bruno.pdf[ ]31 kB
Scarica questo file (04 - Mario Pagano.pdf)04 - Mario Pagano.pdf[ ]15 kB
Scarica questo file (05 - Basilio Puoti.pdf)05 - Basilio Puoti.pdf[ ]25 kB
Scarica questo file (06 - La Bibbia laica di Benedetto Croce                              di Giuseppe Brescia.pdf)06 - La Bibbia laica di Benedetto Croce di Giuseppe Brescia.pdf[ ]55 kB
Scarica questo file (07 - Bassani.pdf)07 - Bassani.pdf[ ]55 kB
Scarica questo file (08 - Montale e Croce.pdf)08 - Montale e Croce.pdf[ ]35 kB
Scarica questo file (09 - Allegoria e poesia.pdf)09 - Allegoria e poesia.pdf[ ]19 kB
Scarica questo file (10 - L'estetica e la critica.pdf)10 - L'estetica e la critica.pdf[ ]29 kB
Scarica questo file (11 - Sulla dialettica e la Rivista.pdf)11 - Sulla dialettica e la Rivista.pdf[ ]26 kB
Scarica questo file (12 - A un grande filosofo.pdf)12 - A un grande filosofo.pdf[ ]22 kB
Scarica questo file (13 - La verità.pdf)13 - La verità.pdf[ ]19 kB
Scarica questo file (14 - Testimonianza Etica.pdf)14 - Testimonianza Etica.pdf[ ]17 kB
Scarica questo file (15 - Sulla  temporalità.pdf)15 - Sulla temporalità.pdf[ ]20 kB
Scarica questo file (16 - Secreti travasi.pdf)16 - Secreti travasi.pdf[ ]20 kB
Scarica questo file (17 - Delta e dialettica delle passioni.pdf)17 - Delta e dialettica delle passioni.pdf[ ]29 kB
Scarica questo file (18 - Nella tempesta della crisi.pdf)18 - Nella tempesta della crisi.pdf[ ]38 kB
Scarica questo file (19 - Le tristi condizioni   dell'animo.pdf)19 - Le tristi condizioni dell'animo.pdf[ ]27 kB
Scarica questo file (20 - Occorrono troppe vite per farne una...deduzioni...pdf)20 - Occorrono troppe vite per farne una...deduzioni...pdf[ ]87 kB
Scarica questo file (21 - Occorrono troppe vite per farne una.pdf)21 - Occorrono troppe vite per farne una.pdf[ ]53 kB
Scarica questo file (22 - L'illusione della dialettica.pdf)22 - L'illusione della dialettica.pdf[ ]62 kB
Scarica questo file (23 - Problema del passaggio.pdf)23 - Problema del passaggio.pdf[ ]19 kB
Scarica questo file (24 - Ancora per Montale e Parente.pdf)24 - Ancora per Montale e Parente.pdf[ ]42 kB
Scarica questo file (25 - Pilo Albertelli.pdf)25 - Pilo Albertelli.pdf[ ]36 kB
Scarica questo file (26 - Antonio Jannazzo.pdf)26 - Antonio Jannazzo.pdf[ ]44 kB
Scarica questo file (27 - Nuovi modi per la religione della  libertà.pdf)27 - Nuovi modi per la religione della libertà.pdf[ ]29 kB
Scarica questo file (28 - I principi costitutivi.pdf)28 - I principi costitutivi.pdf[ ]47 kB
Scarica questo file (29 - Note per il liberalismo.pdf)29 - Note per il liberalismo.pdf[ ]19 kB
Scarica questo file (30 - Il sogno.pdf)30 - Il sogno.pdf[ ]22 kB
Scarica questo file (31 - Terza forma di sogno.pdf)31 - Terza forma di sogno.pdf[ ]14 kB
Scarica questo file (32 - Hypnos Idea.pdf)32 - Hypnos Idea.pdf[ ]37 kB
Scarica questo file (33 - Aenigma.pdf)33 - Aenigma.pdf[ ]56 kB
Scarica questo file (34 - Decani.pdf)34 - Decani.pdf[ ]19 kB
Scarica questo file (35 - Fondamenti del diritto mite.pdf)35 - Fondamenti del diritto mite.pdf[ ]20 kB
Scarica questo file (36 - Messa da Requiem.pdf)36 - Messa da Requiem.pdf[ ]32 kB
Scarica questo file (37 - Metastasio e Mozart.pdf)37 - Metastasio e Mozart.pdf[ ]18 kB
Scarica questo file (38 - Mozart e la musica sacra.pdf)38 - Mozart e la musica sacra.pdf[ ]18 kB
Scarica questo file (39 - Don Giovanni.pdf)39 - Don Giovanni.pdf[ ]42 kB
Scarica questo file (40 - Flauto Magico.pdf)40 - Flauto Magico.pdf[ ]15 kB
Scarica questo file (41 - Filosofia della storia e svolta sistematica nella filosofia della rivelazione.pdf)41 - Filosofia della storia e svolta sistematica nella filosofia della rivelazione.pdf[ ]247 kB
Scarica questo file (42 - Leopardi remoto e puro.pdf)42 - Leopardi remoto e puro.pdf[ ]29 kB
Scarica questo file (43 - Francesco De Sanctis.pdf)43 - Francesco De Sanctis.pdf[ ]9 kB
Scarica questo file (44 - Quinet e l'Italia.pdf)44 - Quinet e l'Italia.pdf[ ]62 kB
Scarica questo file (45 - Croce e De Sarlo.pdf)45 - Croce e De Sarlo.pdf[ ]34 kB
Scarica questo file (46 - Morelli.pdf)46 - Morelli.pdf[ ]23 kB
Scarica questo file (47 - Max Ascoli.pdf)47 - Max Ascoli.pdf[ ]69 kB
Scarica questo file (48 - Hirscham e Colorni.pdf)48 - Hirscham e Colorni.pdf[ ]72 kB
Scarica questo file (49 - Max Ascoli A Worldly Philosopher of Freedom.pdf)49 - Max Ascoli A Worldly Philosopher of Freedom.pdf[ ]72 kB
Scarica questo file (50 - De hominis dignitate novissima Oratio.pdf)50 - De hominis dignitate novissima Oratio.pdf[ ]70 kB
Scarica questo file (51 - Alla ricerca dei modi categoriali....pdf)51 - Alla ricerca dei modi categoriali....pdf[ ]1195 kB
Scarica questo file (52 - Beniamino Vizzini - Per una discussione intorno al problema della libertà.pdf)52 - Beniamino Vizzini - Per una discussione intorno al problema della libertà.pdf[ ]118 kB
Scarica questo file (53 - Beniamino Vizzini - Il vivente originario.pdf)53 - Beniamino Vizzini - Il vivente originario.pdf[ ]112 kB
Scarica questo file (54 - Beniamino Vizzini  - Una lettura moderrna del concetto di Catarsi.pdf)54 - Beniamino Vizzini - Una lettura moderrna del concetto di Catarsi.pdf[ ]108 kB
Scarica questo file (55 - Beniamino Vizzini - Consilience.pdf)55 - Beniamino Vizzini - Consilience.pdf[ ]39 kB
Scarica questo file (56 - Beniamino Vizzini - Vita e dialettica nel pensiero di Pavel Florenskij e Giuseppe Brescia.pdf)56 - Beniamino Vizzini - Vita e dialettica nel pensiero di Pavel Florenskij e Giuseppe Brescia.pdf[ ]129 kB
Scarica questo file (57 - Idee ritrovate.pdf)57 - Idee ritrovate.pdf[ ]43 kB
Scarica questo file (58 -  Pietro Addante.pdf)58 - Pietro Addante.pdf[ ]251 kB
Scarica questo file (59 - Balzac.pdf)59 - Balzac.pdf[ ]27 kB
Scarica questo file (60 - Blasucci.pdf)60 - Blasucci.pdf[ ]483 kB
Scarica questo file (61 - Chen.pdf)61 - Chen.pdf[ ]18 kB
Scarica questo file (62 - Di Pasquale.pdf)62 - Di Pasquale.pdf[ ]21 kB
Scarica questo file (63 - In ricordo di Ernesta Battisti.pdf)63 - In ricordo di Ernesta Battisti.pdf[ ]17 kB
Scarica questo file (64 - Koestler.pdf)64 - Koestler.pdf[ ]33 kB
Scarica questo file (65 - Ragghianti.pdf)65 - Ragghianti.pdf[ ]64 kB
Scarica questo file (66 - Vittorio Enzo Alfieri.pdf)66 - Vittorio Enzo Alfieri.pdf[ ]31 kB
Scarica questo file (67 - Vito Amatulli  - Postfazione  ai contributi.pdf)67 - Vito Amatulli - Postfazione ai contributi.pdf[ ]60 kB
Scarica questo file (68 - Croce _l'uomo che piantava gli alberi.pdf)68 - Croce _l'uomo che piantava gli alberi.pdf[ ]29 kB

Albo on line

albo on line

 

LA BUONA SCUOLA

 

 

IL PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE

Animatore Digitale

prof.ssa V. DI GIULIO

Team Innovazione Digitale

proff. D.CASAMASSIMA - E.TERLIZZI - prof.ssa R.MANSI

 

TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO

 

ISTITUZIONE SCOLASTICA ACCREDITATA

TIROCINANTI LAUREA MAGISTRALE SCIENZE DELLA FORMAZIONE

TFA

CORSI  SPECIALIZZAZIONE SOSTEGNO

CORSI PERFEZIONAMENTO C.L.I.L.

DM. 249/2010 - DM 93/20/2012

autorizzazione U.S.R. Puglia

prot. 19737 del 6.11.16

PON 2014-2020 (FSE-FESR)

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE ON LINE

Alternanza Scuola Lavoro

Garante per la protezione dati personali

P.A.Q. (pubblica amministrazione di qualità)

 

Provincia BAT

AVVISI

 

Andria, 23/01/2018
Avviso per ritiro Diplomi
Si  avvisano  coloro  i  quali  hanno  superato
l'Esame di Stato nell'anno scolastico 2016-2017 che    presso    la    segreteria    didattica    
sono
disponibili i Diplomi.

 

 

 
 

 

 

 
 
 
 
 
 
 

Statistiche

Visite agli articoli
1365784
Go to top