NUOVI MODI PER LA RELIGIONE DELLA LIBERTA'

 

di Giuseppe Brescia

 

Nel nobile Discorso all' Athenèe Royal di Parigi del 1819, le cui molteplici analogie e fonti sono state studiate da Dino Cofrancesco, Benjamin Constant lascia un colpo d'ala, da valere per sempre nella memoria storica delle idee liberali: “D'altronde, Signori, è proprio vero che la felicità, di qualsiasi tipo sia, costituisce l'unico fine della specie umana ? In tal caso, il nostro cammino sarebbe davvero ristretto e la nostra destinazione ben poco elevata. Non c'è uno solo tra noi che, a voler abbassarsi, restringere le sue facoltà morali, svilire i suoi desideri, sconfessare l'attività, la gloria, le emozioni generose e profonde, non potrebbe abbrutirsi ad esser felice. No. Signori, chiamo a testimone la parte migliore della nostra natura quella nobile inquietudine che ci perseguita e ci tormenta, la brama di ampliare i nostri lumi e sviluppare le nostre facoltà; non è alla sola felicità, è al perfezionamento che il nostro destino ci chiama: e la libertà politica è il mezzo più possente e il più energico perfezionamento che il cielo ci abbia dato”.

Notava, il Constant, la principale differenza tra “libertà degli antichi” ( fondata sul momento della partecipazione collettiva ) e “libertà dei moderni” ( intesa a tutelare i diritti individuali ). Ma la perorazione, di elevato tono umanistico e pichiano ( mémore della “Oratio de dignitate hominis”), torna in mente a proposito del dibattito sulla differenza tra “destra” e “sinistra” e, più in generale, sul rapporto tra 'valori' e nuovi 'modi' d'essere interni alla religione della Libertà ( “Tradizione e merito” contro “Progresso e uguaglianza”, sintetizza il contributo di Dino Cofrancesco sul “Giornale” del 19 febbraio 2013, p. 25 ). Si può bene integrare: “Felicità” - “eudaimonia” - ricerca del soddisfacimento immediato di bisogni o interessi, da una parte . - “Autoperfezionamento” - “Nobile inquietudine che ci tormenta” - Catarsi operativa nel 'forme del fare'; se si vuole, “distruzione creatrice” ( giusta la definizione del capitalismo data dallo Schumpeter ).

Ovviamente, la questione è ben più complessa, e supera l'ambito delle tipizzazioni. Tant'è che, alla fine, lo stesso Constant non manca di annotare che le “due specie di libertà occorre imparare a combinarle tra loro”. Così, oggi, nel discorso sui “nuovi diritti” ( fecondazione assistita, diritti delle coppie omosessuali dai “dico” fino al matrimonio e alla possibilità, per queste, di adozione, e via ), sembra tornare in attualità l'appello del pensatore francese, come uno dei momenti utili a segnare lo spartiacque tra “destra” e “sinistra”.

La pagina dei maestri ci aiuta. Responsabilità e compiti sono sensibilmente cambiati. Lo stesso Croce, ne “L'utopia della forma sociale perfetta” ( in “Storiografia e idealità morale” , raccolta delle lezioni tenute agli allievi dell'Istituto, poi confluite in “Terze pagine sparse” ), chiariva bene nel 1948: “ L'uomo non cerca altro che la felicità, ossia il benessere: e che la felicità debba coincidere con ciò che la coscienza morale approva è anch'esso un pensiero di verità, ma non toglie che il dovere morale stesso si attui solo prendendo la forma della felicità, o, come si dice, di pace e soddisfazione interiore. Senonché la felicità che l'uomo cerca non è quella che egli ottiene; egli cerca la felicità costante, perpetua, statica e ne ottiene sempre una incostante, temporanea, fuggente. Contraddizione di sola apparenza se si riflette che costante è la ricerca stessa, ma l'ottenimento non è, non può essere e non vuol essere in effetto altro che del vivente e mutevole ossia dell'attimo fuggevole, del nepente che una dea ora ci porge, ora ci ricusa”.

Ora, il problema è anche che nella tarda modernità i valori morali sembrano essersi trasferiti sul piano trasmissivo più che sostantivo, i principi 'costitutivi' della coscienza in quelli 'regolativi' della relazione, della comunicazione, della interpretazione. “Forza dei deboli” o “debolezza dei forti” ( v. i miei “Ethos e Kratos” , “1994” e “Radici di libertà”, Giuseppe Laterza, Bari 1994, 1997 e 2011 ). Sì che, in breve, come sul piano filosofico il sistema delle forme di attività non si può ridurre a “filosofia delle quattro parole”( nella polemica dizione di Giovanni Gentile ) né a divisione in “quattro spicchi” ( per l'ultimo Montale ) ma presuppone i “modi categoriali” memoria – sentimento – tempo a fondamento del “passaggio”; così, sul piano etico, occorrono nuove regole e nuove modalità a tutela della libertà.

Ne conseguono alcuni corollari. Non basta più dire “Europa”, come nel nobile “Epilogo” della sua “Storia” del '32 prevedeva il Croce ( “a quel modo che, or sono settant'anni, un napoletano dell'antico Regno o un piemontese del regno subalpino si fecero italiani non rinnegando l'esser loro anteriore ma innalzandolo e risolvendolo in quel nuovo essere, così e francesi e tedeschi e italiani e tutti gli altri si innalzeranno a europei e i loro pensieri indirizzeranno all' Europa e i loro cuori batteranno per lei come prima per le patrie più piccole , non dimenticate già, ma meglio amate”); ma bisognerà dire quali modalità per gli effettivi poteri del Parlamento europeo ( non soltanto per la Commissione e la Banca Centrale, sorta di “nuovo sopraggoverno”, giusta la bella immagine del fine critico Geno Pampaloni). Non basta dire “concorso” per docenti; ma quali le 'modalità' di selezione. Non basta dire “Invalsi”; ma quali gli incroci tra ideologia e tecnocrazia che si mettono in circolo sotto quella cifra o 'modalità' di valutazione delle istituzioni scolastiche ( un poco il nuovo “ircocervo” del 2000 ). Né basta dire, per un verso, “Welfare”; ma occorre aver netti e chiari i possibili o reali passaggi successivi del sistema economico statalistico: come la liceità d'indebitamento; la concezione della cosa pubblica come terreno di conquista; e, allora, la fenomenologia dei reati. Né basta dire, per l'altro riguardo, “Mercato”; ma occorre aver altrettanto presenti i passaggi evolutivi in senso degenerativo, virtuali o effettuali che siano, del liberismo: come per i rischi della “deregulation” ( vedi la crisi del 2008 della finanza, prima statunitense poi planetaria ); “dittatura finanziaria” (aspetto speciale di una sorta di heideggeriana “Gestellung”); quindi,di nuovo, reati. ( v. “La 'strana' crisi italiana”, XXIX Convegno Nazionale del CIRGAS, in collaborazione con la L.U.M. 'Jean Monnet', per il coordinamento di Angelo D. De Palma, Trani-Bari, 19 e 20 ottobre 2012 ).

Dove – si badi – quello che non si può omettere è proprio il primo “passaggio”, che può recare poi – su entrambi i versanti 'ideologici' in senso astratto – ai 'reati'. E', in eminente esempio, il concepire lo Stato come “papà pantalone”, la cosa 'di tutti' come “res nullius” , e cioè autorizzazione implicita all'indebitamento, che porta ai reati, una volta introiettato sistematicamente il modello 'statalistico', in quanto presunta legittimazione di malversazioni della cosa pubblica. E, d'altra parte, è il concepire il “Mercato” come possibile totale 'assenza di regole' che può portare, e di fatto porta, a reati. Gli esempi restano doviziosamente sotto gli occhi. Perciò, diceva Benedetto Croce che “la libertà ha bisogno della mano sinistra e della mano destra, perché regge il tutto”; e la religione della Libertà ha per sé, più che “l'avvenire”, “l'eterno”. Il liberalismo può richiedere il “procedere” ma anche il “fermarsi”; la “conservazione” e il “progresso” ( Cofrancesco, “Libertates” del 21 febbraio 2013 ). E per ciò stesso, appaiono in errore quanti predicano una possibile “terza via”, solo menzionandola in astratto come possibile fulcro di un “centro” etico-politico ( che non sia, però, - se può esser consentita una breve celia - il centro della città di Foligno, notoriamente il birillo del tavolo di biliardo della sua piazza della stazione), ma senza render giustificazione dei vari “passaggi” dimostrativi e delle “mediazioni” o “modalità” regolative, che solo possono accreditare la tesi di Wilhelm Roepke o la “libertà indivisibile” di Carlo Antoni. Per ciò, il “new deal” liberale – nell'era della globalizzazione – consiste nel ripensamento non solo delle “categorie” di pensiero ma anche, e in special modo, delle sue modalità attuative, dei nuovi 'modi' regolativi, all'altezza dei nuovi compiti e dei nuovi problemi.

 

 


Allegati:
Scarica questo file (01 - La dolcezza del vivere  libero.pdf)01 - La dolcezza del vivere libero.pdf[ ]88 kB
Scarica questo file (02 - Tiziano.pdf)02 - Tiziano.pdf[ ]30 kB
Scarica questo file (03 - Giordano Bruno.pdf)03 - Giordano Bruno.pdf[ ]31 kB
Scarica questo file (04 - Mario Pagano.pdf)04 - Mario Pagano.pdf[ ]15 kB
Scarica questo file (05 - Basilio Puoti.pdf)05 - Basilio Puoti.pdf[ ]25 kB
Scarica questo file (06 - La Bibbia laica di Benedetto Croce                              di Giuseppe Brescia.pdf)06 - La Bibbia laica di Benedetto Croce di Giuseppe Brescia.pdf[ ]55 kB
Scarica questo file (07 - Bassani.pdf)07 - Bassani.pdf[ ]55 kB
Scarica questo file (08 - Montale e Croce.pdf)08 - Montale e Croce.pdf[ ]35 kB
Scarica questo file (09 - Allegoria e poesia.pdf)09 - Allegoria e poesia.pdf[ ]19 kB
Scarica questo file (10 - L'estetica e la critica.pdf)10 - L'estetica e la critica.pdf[ ]29 kB
Scarica questo file (11 - Sulla dialettica e la Rivista.pdf)11 - Sulla dialettica e la Rivista.pdf[ ]26 kB
Scarica questo file (12 - A un grande filosofo.pdf)12 - A un grande filosofo.pdf[ ]22 kB
Scarica questo file (13 - La verità.pdf)13 - La verità.pdf[ ]19 kB
Scarica questo file (14 - Testimonianza Etica.pdf)14 - Testimonianza Etica.pdf[ ]17 kB
Scarica questo file (15 - Sulla  temporalità.pdf)15 - Sulla temporalità.pdf[ ]20 kB
Scarica questo file (16 - Secreti travasi.pdf)16 - Secreti travasi.pdf[ ]20 kB
Scarica questo file (17 - Delta e dialettica delle passioni.pdf)17 - Delta e dialettica delle passioni.pdf[ ]29 kB
Scarica questo file (18 - Nella tempesta della crisi.pdf)18 - Nella tempesta della crisi.pdf[ ]38 kB
Scarica questo file (19 - Le tristi condizioni   dell'animo.pdf)19 - Le tristi condizioni dell'animo.pdf[ ]27 kB
Scarica questo file (20 - Occorrono troppe vite per farne una...deduzioni...pdf)20 - Occorrono troppe vite per farne una...deduzioni...pdf[ ]87 kB
Scarica questo file (21 - Occorrono troppe vite per farne una.pdf)21 - Occorrono troppe vite per farne una.pdf[ ]53 kB
Scarica questo file (22 - L'illusione della dialettica.pdf)22 - L'illusione della dialettica.pdf[ ]62 kB
Scarica questo file (23 - Problema del passaggio.pdf)23 - Problema del passaggio.pdf[ ]19 kB
Scarica questo file (24 - Ancora per Montale e Parente.pdf)24 - Ancora per Montale e Parente.pdf[ ]42 kB
Scarica questo file (25 - Pilo Albertelli.pdf)25 - Pilo Albertelli.pdf[ ]36 kB
Scarica questo file (26 - Antonio Jannazzo.pdf)26 - Antonio Jannazzo.pdf[ ]44 kB
Scarica questo file (27 - Nuovi modi per la religione della  libertà.pdf)27 - Nuovi modi per la religione della libertà.pdf[ ]29 kB
Scarica questo file (28 - I principi costitutivi.pdf)28 - I principi costitutivi.pdf[ ]47 kB
Scarica questo file (29 - Note per il liberalismo.pdf)29 - Note per il liberalismo.pdf[ ]19 kB
Scarica questo file (30 - Il sogno.pdf)30 - Il sogno.pdf[ ]22 kB
Scarica questo file (31 - Terza forma di sogno.pdf)31 - Terza forma di sogno.pdf[ ]14 kB
Scarica questo file (32 - Hypnos Idea.pdf)32 - Hypnos Idea.pdf[ ]37 kB
Scarica questo file (33 - Aenigma.pdf)33 - Aenigma.pdf[ ]56 kB
Scarica questo file (34 - Decani.pdf)34 - Decani.pdf[ ]19 kB
Scarica questo file (35 - Fondamenti del diritto mite.pdf)35 - Fondamenti del diritto mite.pdf[ ]20 kB
Scarica questo file (36 - Messa da Requiem.pdf)36 - Messa da Requiem.pdf[ ]32 kB
Scarica questo file (37 - Metastasio e Mozart.pdf)37 - Metastasio e Mozart.pdf[ ]18 kB
Scarica questo file (38 - Mozart e la musica sacra.pdf)38 - Mozart e la musica sacra.pdf[ ]18 kB
Scarica questo file (39 - Don Giovanni.pdf)39 - Don Giovanni.pdf[ ]42 kB
Scarica questo file (40 - Flauto Magico.pdf)40 - Flauto Magico.pdf[ ]15 kB
Scarica questo file (41 - Filosofia della storia e svolta sistematica nella filosofia della rivelazione.pdf)41 - Filosofia della storia e svolta sistematica nella filosofia della rivelazione.pdf[ ]247 kB
Scarica questo file (42 - Leopardi remoto e puro.pdf)42 - Leopardi remoto e puro.pdf[ ]29 kB
Scarica questo file (43 - Francesco De Sanctis.pdf)43 - Francesco De Sanctis.pdf[ ]9 kB
Scarica questo file (44 - Quinet e l'Italia.pdf)44 - Quinet e l'Italia.pdf[ ]62 kB
Scarica questo file (45 - Croce e De Sarlo.pdf)45 - Croce e De Sarlo.pdf[ ]34 kB
Scarica questo file (46 - Morelli.pdf)46 - Morelli.pdf[ ]23 kB
Scarica questo file (47 - Max Ascoli.pdf)47 - Max Ascoli.pdf[ ]69 kB
Scarica questo file (48 - Hirscham e Colorni.pdf)48 - Hirscham e Colorni.pdf[ ]72 kB
Scarica questo file (49 - Max Ascoli A Worldly Philosopher of Freedom.pdf)49 - Max Ascoli A Worldly Philosopher of Freedom.pdf[ ]72 kB
Scarica questo file (50 - De hominis dignitate novissima Oratio.pdf)50 - De hominis dignitate novissima Oratio.pdf[ ]70 kB
Scarica questo file (51 - Alla ricerca dei modi categoriali....pdf)51 - Alla ricerca dei modi categoriali....pdf[ ]1195 kB
Scarica questo file (52 - Beniamino Vizzini - Per una discussione intorno al problema della libertà.pdf)52 - Beniamino Vizzini - Per una discussione intorno al problema della libertà.pdf[ ]118 kB
Scarica questo file (53 - Beniamino Vizzini - Il vivente originario.pdf)53 - Beniamino Vizzini - Il vivente originario.pdf[ ]112 kB
Scarica questo file (54 - Beniamino Vizzini  - Una lettura moderrna del concetto di Catarsi.pdf)54 - Beniamino Vizzini - Una lettura moderrna del concetto di Catarsi.pdf[ ]108 kB
Scarica questo file (55 - Beniamino Vizzini - Consilience.pdf)55 - Beniamino Vizzini - Consilience.pdf[ ]39 kB
Scarica questo file (56 - Beniamino Vizzini - Vita e dialettica nel pensiero di Pavel Florenskij e Giuseppe Brescia.pdf)56 - Beniamino Vizzini - Vita e dialettica nel pensiero di Pavel Florenskij e Giuseppe Brescia.pdf[ ]129 kB
Scarica questo file (57 - Idee ritrovate.pdf)57 - Idee ritrovate.pdf[ ]43 kB
Scarica questo file (58 -  Pietro Addante.pdf)58 - Pietro Addante.pdf[ ]251 kB
Scarica questo file (59 - Balzac.pdf)59 - Balzac.pdf[ ]27 kB
Scarica questo file (60 - Blasucci.pdf)60 - Blasucci.pdf[ ]483 kB
Scarica questo file (61 - Chen.pdf)61 - Chen.pdf[ ]18 kB
Scarica questo file (62 - Di Pasquale.pdf)62 - Di Pasquale.pdf[ ]21 kB
Scarica questo file (63 - In ricordo di Ernesta Battisti.pdf)63 - In ricordo di Ernesta Battisti.pdf[ ]17 kB
Scarica questo file (64 - Koestler.pdf)64 - Koestler.pdf[ ]33 kB
Scarica questo file (65 - Ragghianti.pdf)65 - Ragghianti.pdf[ ]64 kB
Scarica questo file (66 - Vittorio Enzo Alfieri.pdf)66 - Vittorio Enzo Alfieri.pdf[ ]31 kB
Scarica questo file (67 - Vito Amatulli  - Postfazione  ai contributi.pdf)67 - Vito Amatulli - Postfazione ai contributi.pdf[ ]60 kB
Scarica questo file (68 - Croce _l'uomo che piantava gli alberi.pdf)68 - Croce _l'uomo che piantava gli alberi.pdf[ ]29 kB

Albo on line

albo on line

 

LA BUONA SCUOLA

 

 

IL PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE

Animatore Digitale

prof.ssa V. DI GIULIO

Team Innovazione Digitale

proff. D.CASAMASSIMA - E.TERLIZZI - prof.ssa R.MANSI

 

TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO

 

ISTITUZIONE SCOLASTICA ACCREDITATA

TIROCINANTI LAUREA MAGISTRALE SCIENZE DELLA FORMAZIONE

TFA

CORSI  SPECIALIZZAZIONE SOSTEGNO

CORSI PERFEZIONAMENTO C.L.I.L.

DM. 249/2010 - DM 93/20/2012

autorizzazione U.S.R. Puglia

prot. 19737 del 6.11.16

PON 2014-2020 (FSE-FESR)

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE ON LINE

Alternanza Scuola Lavoro

Garante per la protezione dati personali

P.A.Q. (pubblica amministrazione di qualità)

 

Provincia BAT

AVVISI

 

Andria, 23/01/2018
Avviso per ritiro Diplomi
Si  avvisano  coloro  i  quali  hanno  superato
l'Esame di Stato nell'anno scolastico 2016-2017 che    presso    la    segreteria    didattica    
sono
disponibili i Diplomi.

 

 

 
 

 

 

 
 
 
 
 
 
 

Statistiche

Visite agli articoli
1366136
Go to top